“il ruolo del rappresentante di classe – la comunicazione per crescere.”

Sono ripresi presso l’aula polifunzionale della scuola media Cappella, gli incontri organizzati dall’ Associazione genitori dell’ Isc sud “Insieme per la scuola”e tenuti dagli psicologi e psicoterapeuti Dott.ssa Catiuscia Settembri e Dott. Giostra Roberto. In questo primo appuntamento condotto dalla Dott. ssa Settembri e rivolto essenzialmente ai rappresentanti di classe delle scuole comprese nell’Isc sud, si è sottolineata l’importanza dell’incontro-confronto scuola-famiglia, anche per il tramite del rappresentante, in quanto entrambe le istituzioni devono operare insieme per un progetto educativo comune. Alla base del rapporto scuola-famiglia vi deve essere uno scambio comunicativo ed un lavoro collaborativo.

L’incontro è poi proseguito con un breve excursus del Presidente dell’Associazione, Luigi Montini, relativo all’organigramma scolastico.

“La dimensione relazionale nella genitorialità”

Cari genitori,

a conclusione del progetto “CRESCERE CON I FIGLI”, che ha visto alternarsi nei vari incontri  gli psicologi e psicoterapeuti  dott.ssa Catiuscia Settembri e dott. Roberto Giostra, l’ Associazione genitori dell’ Isc sud “Insieme per la scuola”, ha fissato un nuovo appuntamento dal titolo

La dimensione relazionale nella genitorialità”

L’incontro, che vedrà la presenza di entrambi i professionisti, si terrà in data

30 maggio 2014 alle ore 20.45

presso l’aula polifunzionale della scuola media Cappella.

CreArte

Incontro sulla creatività

Palariviera sabato 31 Maggio 2014 ore 9.30

nella sezione DOWNLOAD potrete scaricare il programma dell’evento….

I racconti della mente e delle emozioni

  •  Dalla pittura alla performance – relatore Stefano Verri

Un itinerario tematico nella smaterializzazione dell’opera d’arte

  • L’arte e la creatività – relatore Catiuscia Settembri

Aiutiamo i nostri figli a sviluppare la capacità cognitiva di creare e l’abilità ad esprimere le proprie emozioni

  • Conclusioni – relatore Lino Rosetti

L’arte come elemento di aggregazione sul territorio

  • INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA DELLE SCUOLE DEL TERRITORIO

5 PER MILLE TELEMATICO

Se si è esonerati dal presentare il 730/2014 o l’ UNICO/2014 si potrà scegliere di donare il 5 per mille telematicamente

E’ disponibile on line sul sito dell’Agenzia delle Entrate il software “Scelte 2014”, che permette ai contribuenti, anche se esonerati dall’obbligo annuale di presentazione della dichiarazione dei redditi, di scegliere a chi destinare telematicamente le quote dell’8 e del 5 per mille dell’Irpef. Gli utenti possono accedere al programma aggiornato, tramite il web, senza compiere alcuna procedura di installazione. Per verificare poi la corretta trasmissione della scheda, il contribuente deve accedere alla sezione “Ricevute” e controllare che il sistema abbia prodotto la comunicazione di avvenuta presentazione. Resta ferma la possibilità, per tali contribuenti, di consegnare la scheda in busta chiusa entro il 30 settembre presso un ufficio postale, che provvederà a trasmetterla all’Amministrazione finanziaria, oppure ad un intermediario abilitato alla trasmissione telematica.

Fonte: Fisco Oggi

DONA IL TUO 5 PER MILLE….

“Se credi nell’importanza di :

a) creare un’alleanza educativa famiglia-scuola per promuovere l’apprendimento e la cultura, affrontare sfide educative sempre più complesse, e  garantire il successo formativo dei nostri figli

b) promuovere e organizzare iniziative formative in comunione con gli intenti della scuola, che integrino e completino, oltre al normale orario scolastico, il percorso educativo e di crescita degli alunni;

c) favorire percorsi di integrazione di bambini portatori di handicap, di immigrati e delle loro famiglie, nella scuola e nella vita sociale.

DONA IL TUO 5 PER MILLE ALL’  ASSOCIAZIONE

“INSIEME PER LA SCUOLA” Associazione Genitori I.S.C. SUD S.B.T.

Codice Fiscale 91040440447

 

Mercatino “Alfortville”

Ai tutti i  Genitori

Il giorno 14.04.2014 presso la scuola Alfortville , nell’occasione dei colloqui con le insegnanti,  si svolgerà un Mercatino, promosso  dall’Associazione dei genitori         “ Insieme per la scuola “, i cui proventi verranno devoluti al Fondo per il piano formativo dell’ISC Sud, per l’acquisto di attrezzature e di quant’altro necessario per l’allestimento del teatro presente all’interno del plesso.

 L’organizzazione è demandata ai genitori; pertanto necessitano volontari sia per la preparazione del mercatino che per la vendita il 14.04.2014.

Verranno messi in vendita piantine di fiori e alcuni oggetti di ceramica, che sono stati dipinti dagli alunni delle classi precedenti sia della scuola Alfortville che della scuola Spalvieri.

Per ogni ulteriore chiarimento e per dare la propria adesione a partecipare all’allestimento del mercatino e alla vendita potete contattare la Sig.ra Enrica Ruggieri, referente per l’Associazione  e rappresentante della classe I° D.

Vi aspettiamo numerosi!!

 

 

 

 

 

“L’ importanza del gruppo dei pari nella crescita: risorse e criticità”

Proseguono con successo gli incontri organizzati dall’ Associazione genitori dell’ Isc sud “Insieme per la scuola”. Nel terzo appuntamento condotto dallo psicologo e psicoterapeuta Dott. Roberto Giostra, intitolato “L’IMPORTANZA DEL GRUPPO DEI PARI NELLA CRESCITA: RISORSE E CRITICITA’” si è posta l’attenzione sul significato di “gruppo dei pari” come forma di aggregazione sociale spontanea tipica dell’età adolescenziale, in cui i ragazzi trovano sostegno, solidarietà e diversi stimoli. Il coinvolgimento affettivo dell’adolescente nel gruppo e il profondo senso di appartenenza lo aiutano a separarsi gradualmente dalle figure genitoriali. Nel gruppo l’adolescente, trova norme e regole di comportamento, una gerarchia da rispettare, un sistema di valori, un’organizzazione del tempo, alla cui definizione lui stesso compartecipa e che pertanto non sono rigide o imposte dall’alto come accade nella scuola o nella famiglia. Il dott. Giostra, ha proseguito illustrando una classificazione della famiglia: – a seconda del legame emotivo che i singoli membri hanno l’uno nei confronti dell’altro, la famiglia si può definire disimpegnata, separata, connessa, invischiata; –  a seconda della capacità della famiglia di cambiare la propria struttura di potere, i rapporti di ruolo e le regole di relazione in risposta agli stress ambientali o evolutivi, si distingue in rigida,  strutturata, flessibile e caotica.

Il pubblico, interessato ed attento, ha concluso l’incontro porgendo varie domande al relatore.

nella sezione DOWNLOAD potrete scaricare le slides proiettate nel corso dell’incontro

“L’educazione affettivo-sessuale: l’amore spiegato a mio figlio”

Grande affluenza di pubblico ha registrato il secondo incontro destinato ai  genitori, organizzato dall’ Associazione genitori dell’ Isc sud “Insieme per la scuola” nell’ ambito del progetto “CRESCERE CON I FIGLI”, tenutosi  in data 11 febbraio 2014 presso l’aula polifunzionale della scuola media Cappella.

Il tema affrontato dalla dott.ssa Settembri, psicologa e psicoterapeuta, è di quelli che suscitano interesse, curiosità e se vogliamo anche imbarazzo.

Durante l’incontro intitolato “L’EDUCAZIONE AFFETTIVO –  SESSUALE: L’AMORE SPIEGATO A MIO FIGLIO”, si è posta l’attenzione sul significato di “educare”il figlio alla sessualità che non vuol dire semplicemente fornire informazioni di carattere anatomico ma qualcosa di più profondo: significa principalmente educare all’affettività, alla morale, all’etica.

La  dott.ssa ha sottolineato che una delle domande più frequenti che le rivolgono i genitori è relativa al  momento in cui è giusto iniziare a parlare di sesso ai figli.
Da quanto detto è emerso che in realtà, non c’è un’età, anche se la tendenza dei genitori è quella di procrastinare il discorso, facendo in modo che determinati argomenti non vengano affrontati. La cosa migliore è quella di assecondare la curiosità del bambino, rispondendo alle sue domande in maniera semplice e chiara, ovviamente con un linguaggio e un vocabolario adeguato alla sua età.

Sono stati poi illustrati  i vari stadi dello sviluppo affettivo – sessuale dell’individuo.

Al termine, si è lasciato ampio spazio alle riflessioni del pubblico presente.

nella sezione DOWNLOAD potrete scaricare le slides proiettate nel corso dell’incontro

“ESSERE GENITORI: RUOLO MATERNO E PATERNO A CONFRONTO. “

Progetto “Crescere con i figli”

 Questo è il titolo del primo incontro, organizzato  dall’ Associazione genitori dell’Isc sud “Insieme per la scuola” in data 30 gennaio 2014 presso l’aula polifunzionale della scuola media Cappella.

Vari sono stati gli spunti di riflessione presentati dalla dott.ssa Settembri, psicologa e psicoterapeuta, relatrice della serata.

Dall’incontro è emerso come le varie trasformazioni del nostro tessuto socio culturale (ad esempio la crescente presenza delle donne nel mondo del lavoro e la diffusione di nuove strutture familiari), hanno richiesto la ridefinizione dei compiti e dei ruoli dei membri di ogni famiglia.

In passato infatti, c’era una rigida separazione dei ruoli paterni e materni all’interno del nucleo familiare: la madre aveva la funzione affettiva di accudimento e cura della prole mentre il padre si occupava di far rispettare le regole e di procurare economicamente il necessario sostentamento (funzione normativa e di sussistenza).

Oggi invece, si giunge alla nascita di un figlio con una consapevolezza diversa: il padre viene coinvolto in ogni evento che riguarda l’esistenza del proprio bambino, già da prima della nascita e ancor di più dopo, stabilendo con lui un rapporto di vicinanza fisica ed emotiva che si consoliderà nel tempo.

La dott.ssa Settembri, ha sottolineato come sia la funzione materna che  quella paterna, sono necessarie per la crescita infatti << la madre  insegna ad amare ed il padre  a vivere.>>

La relazione madre-padre-figlio  subisce dei cambiamenti, delle evoluzioni con la crescita  del figlio, ed il genitore deve essere <<“realmente sintonizzato sui bisogni dei propri figli”>>.

Ribadisce inoltre la dott.ssa Settembri che <<Educare significa aiutare un individuo a crescere e a sviluppare le sue potenzialità che gli permetteranno di diventare autonomo e indipendente>>, nell’impartire un’educazione , quello che più conta è <<l’immagine di sé che offrono i genitori ai figli. Occorre crescere i nostri figli alla responsabilità ed alla libertà>>

In conclusione è necessario ricordare ciò che Kahlil  Gibran, poeta libanese, ha detto: <<I vostri figli non sono figli vostri…..… sono i figli e le figlie della forza stessa della Vita.

Dimorano con voi, tuttavia non vi appartengono.

Potete dar loro il vostro amore, ma non le vostre idee…..

Voi siete l’arco dal quale, come frecce vive, i vostri figli sono lanciati in avanti…..>>. 

nella sezione DOWNLOAD potrete scaricare le slides proiettate nel corso dell’incontro